DOPO LE NEFASTE RIFORME SCOLASTICHE E LA PSEUDO-RIFORMA UNIVERSITARIA IL GOVERNO SI VOLGE ALLA DI TUTTO BUONO ALLA RIFORMA SANITARIA

Dopo molte riforme, tutte ” novissine ” e tutte ” rovinosissime “,

l’attuale governo si volge alla ” riforma sanitaria ” a tagliare

letti-ospedalizi e personale, secondi i parametri ” max. 30 letti-

ni per 60mila abitanti, con soppressione del 50%.

Chi paga le tasse forse non paga la Sanità?

Alcuni pensano che le nuove misure possano ancore più inaudi-

bili e nefaste.

Va ovviamente ricordato che uno Stato non è una impresa, che

le dinamiche economiche dell’impresa semplice o complessa non

attengono specificatamente i criteri del diritto, dell’economia

pubblica e privata, nello Stato stesso.

 

                                                     Rinaldi Angelo